Cannabis terapeutica

Cannabis

Il termine “Cannabis Terapeutica” si riferisce all’impiego in medicina di infiorescenze femminili essicate di Cannabis Sativa.

La cannabis terapeutica o medica proviene da piante di Cannabis di qualita’ medica e coltivate senza l’utilizzo di pesticidi.Tutti i passagi per arrivare al prodotto finale devono attenersi a degli standard internazionali di buona agricoltura e preparazione(GACP e GMP)

La Cannabis e’ considerata un fitocomplesso in quanto contiene una grande numero di sostanze ed ognuna di esse e’ dotata di attivita’ farmacologica.

Le sostanze piu’ note sono rappresentate dai cannabinoidi,ad oggi ne sono noti un centinaio, e i terpeni;ma sono presenti anche altre molecole come i flavonoidi e gli acidi grassi.

Gli effetti terapeutici della pianta sono noti da millenni e negli ultimi anni sono sempre piu’ numerose le evidenze scientifiche che ne confermano le doti

terapeutiche.

Le varieta’ terapeutiche oggi disponibili in Italia sono 10 e si distiunguono tra loro per la genetica della pianta(sativa,indica,ibrido)e per il diverso contenuto in THC e CBD.Oltre a quest parametri le diverse varieta’ si contraddistinguono tra loro per il diverso profilo terpenico.

Attualmente in Italia e’ ammesso l’uso terapeutico di sostanze stufefacenti a scopo terapeutico a condizione che vengano prescritti su ricetta non ripetibile;chiaramente un aspetto fondamentale e’ quello che la prescrizione debba essere effetuata dal medico dopo una accurata visita medica ed una accurata raccolta anamnestica e fornendo al paziente tutte le informazioni possibili sull’utilizzo della Cannabis con particolare riferimento ai principi attivi,la modalita’ di somministrazione,la durata del trattamento,i possibili effetti collaterali e le possibili interazioni farmacologiche.

Sostanzialmente la terapia con Cannabis Terapeutica va “cucita addosso al paziente”tenendo conto di tutti gli aspetti di cui si e’ parlato in precedenza.E’una buona norma,largamente condivisa,che la terapia vada iniziata a piccole dosi e con una assunzione serale,per minimizzare i possibili effetti collaterali,e per saggiare la risposta del paziente alla terapia.

Le patologie per le quali la Cannabis Terapeutica trova impiego sono rappresentate da:

-Dolore cronico(dolore neuropatico,dolore oncologico,dolore in corso di patologie osteoarticolari)

-Fibromialgia

-Emicrania,cefalea a grappolo

-Spasticita’ dolorosa in corso di Sclerosi Multipla e in pazienti con lesioni traumatiche del midollo spinale

-Anoressia e cachessia in pazienti oncologici

-Nausea e vomito in corso di radio e chemioterapia o in corso di trattamento con farmaci antivirali(infezione da HIV)

-Tic motori e fonici in corso di Sindrome di Tourette

-Malattie Neurodegenerative(malattia di Alzheimer,malattia di Parkinson,Corea etc)

-Malattie Autoimmuni(artrire reumatoide,lupus eritematosus sistemico,tiroidite di Hashimoto)

-Malattie croniche infiammatorie intestinali(rettocolite ulcerosa,morbo di Crohn)

-Epilessia farmacoresistente

-Disturbi dello spettro autistico

-Depressione e disturbo d’ansia generalizzata

-Insonnia

-Glaucoma